AutismoNewsSport

Autismo a Terni

"Sporchiamoci le mani" progetto Aba

La commissione scientifica  ha approvato il progetto riabilitativo-sportivo  per i soggetti con disturbo dello spettro autistico attraverso un approccio innovativo che vede la pratica del ping-pong e della danza al centro del processo d’intervento.

Il progetto Riabilitazione Aba  è nato dalla giovane associazione di promozione sociale, a Terni nel 2016 dall’ incontro tra operatori socio-sanitari e persone con disabilità insieme alle loro famiglie.Il progetto,  è il primo in Umbria ad essere inserito nella campagna dedicata, è rivolto a 5 bambini affetti da disturbo dello spettro autistico e alle loro famiglie che, grazie a questa iniziativa, potranno ricevere un percorso riabilitativo sperimentale attraverso la metodologia Aba applicata allo sport.

 

Come funziona?

Partendo dall’assunto che lo sport può essere considerato a tutti gli effetti anche come una vera e propria terapia all’interno dei diversi percorsi riabilitativi, a prescindere dalla disabilità che sia fisica, intellettiva o sensoriale, il progetto vuole affrontare le sfide dell’integrazione sociale offrendo ai partecipanti l’opportunità di interagire e collegarsi ad una rete sociale più ampia, aiutandole a sviluppare relazioni positive e ad implementare le proprie competenze. In un contesto sportivo altamente inclusivo e pieno di stimoli, uno psicologo, due tecnici Aba, due tecnici F.I.Te.T. e un’istruttrice di danza lavoreranno sulle competenze sociali, linguistiche e di autonomia dei bambini autistici. L’efficacia dell’intervento verrà verificata tramite la somministrazione di test specifici per il disturbo dello spettro autistico. Il nome della campagna equivale all’appello di mamme e papà coinvolti: «Sporchiamoci le mani».

 

Related Articles

Back to top button
Close